sito web azienda

Sito Aziendale Obblighi Web

Esistono dei riferimenti di legge specifici  in merito ai dati societari obbligatori che devono essere obbligatoriamente riportati nel sito web aziendale , con differenze in base al tipo di società .

Il riferimento legislativo principali è art. 2250 del Codice Civile, modificato dall’art. 42 della legge 88/2009 che più in generale individuano nell’ambito della comunicazione aziendale, non solo web, le informazioni obbligatorie che devono essere riportate ed indicate nei vari contesti.

INDICAZIONI GENERALI
In particolar modo sui siti web, social media e blog devono essere riportati :

  • la partita iva e/ codice fiscale
  •  la sede legale e sociale della società con indirizzo completo
  • l’ufficio del registro delle imprese presso il quale la società è  iscritta e il numero di iscrizione 
  • Rea – repertorio economico amministrativo-
  • posta elettronica pec
  • il capitale sociale indicandone la somma effettivamente versata e il capitale esistente dall’ultimo bilancio.
  • se la società è in liquidazione , deve apparire nel sito  con o stato della stessa
  • in caso di Spa o di Srl se il socio è unico ’eventuale stato di società con unico socio (per le S.p.a. e le S.r.l. unipersonali);
  • società o ente alla cui attività di direzione e di coordinamento la società è soggetta (tale informativa è resa necessaria dall’art. 2497-bis c.c.).

L’ obbligo di indicare nel sito Internet della società il numero di partita Iva è previsto, oltre che dall’art. 2250 c.c., anche dall’art. 35, D.P.R. 633/1972, come modificato dall’art. 2, D.P.R. 404/2001.

SANZIONI

Esistono delle sanzioni precise e pecuniarie per il mancato rispetto delle indicazioni nell’articolo  2250 del c.c. , modificato dal art. 42 della legge 88/2009 :

  • per mancato adempimento obblighi art. 2250 co. 1,2,3, e4 , trai 206,00 e 2065,00 euro  sanzione dalla Camera di Commercio
  • per inadempienze di comunicazione imposte dalla legge tributaria tra i 258,23 e 2065,83 euro

Consigliamo si verificare sempre che i dati basi siano riportati nel vostro sito web

 

 

 

learn - Copia

Il potenziale delle Risorse Umane

“Le migliori risorse in azienda  non lavorano per la retribuzione, ma per migliorare e crescere nella professione, come persone e nella società,  tramite il loro lavoro”.

La gestione ed il coordinamento delle Risorse Umane in azienda, richiede quotidianamente tempo ed attenzioni all’aspetto umano del personale: richieste, lamentele, demotivazione, assenze, malcontento, incomprensioni tra colleghi e disattenzione.

Tutto questo ha un impatto molto forte sulla performance lavorativa.

L’azienda deve cercare di rendere l’ambiente ” azienda ” organizzato, rispettoso e collaborativo in modo che l’esperienza della “prestazione lavorativa” per la risorsa alle dipendenze, sia positiva e permetta naturalmente una performance migliore a beneficio dell’azienda stessa.
La prestazione lavorativa non deve essere una mera esecuzione automatica di azioni alienanti, ma tramite lo svolgimento dei compiti previsti dalla mansione, divenire per la risorsa, occasione di soddisfazione e crescita lavorativa, personale e sociale .
La consulenza di DIDAK permette di ” vedere” forse per la prima volta, il Potenziale delle Risorse Umane presenti in azienda come il vero tesoro e motore per la riuscita e crescita dell’azienda stessa.

Il motto di DIDAK è  : ” Scopri e valorizza il lato Umano delle Risorse in Azienda “.

( pensiero liberamente tratto dalla citazione di Peter Handstein fondatore della Hape Holding –  “Cildren do not play to learn,but grow through play”- I bambini non giocano per imparare, ma crescono tramite il gioco).

foto vettoriale famiglia - Copia

Detrazioni Fiscali sull’IRPEF

 Le Detrazioni Fiscali sono uno “sconto” sull’IRPEF dovuta per i lavoratori dipendenti e pensionati o lavoratori autonomi ( art.12 e  13 TUIR)

All’inizio di ogni anno ( gennaio) il datore di lavoro o sostituto d’imposta richiede la compilazione di un modulo per poter calcolare correttamente l’imposta nel corso dell’anno. Se i lavoratori o pensionati hanno familiari a carico ( coniuge, figli o altri familiari) hanno diritto a questo sconto che va a diminuire l’importo dell’IRPEF dovuta secondo gli scaglioni di reddito, quindi è a tutti gli effetti una detrazione d’imposta rapportata al periodo dell’anno di lavoro dell’anno.

IRPEF – Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche ; tassa personale e progressiva sui redditi .
Scaglioni di Reddito e Aliquota Irpef applicata ai redditi imponibili:

  • 1° scaglione : fino ai 15.000 euro  aliquota 23%
  • 2° scaglione : dai 15.001  fino ai 28.000  euro aliquota 27%
  • 3° scaglione : dai 28.001  fino ai 55.000  euro aliquota 38%
  • 4° scaglione : dai 55.001  fino ai  75.000 euro aliquota 41%
  • 5° scaglione : oltre i 75.000 euro  aliquota 43%.

DETRAZIONI – spettano per i giorni in cui vi sia una retribuzione  ( giorni di lavoro, festività e riposo/i settimanali ). Tipologia:

  • detrazioni per lavoro dipendente
  • detrazioni per familiari a carico (coniuge, figli e altri familiari con reddito non superiore ai 2.840,51 euro l’anno)

 Detrazioni per lavoro dipendente sono proporzionali al reddito: sono state individuate Tre Fasce  di Reddito
     *  prima fascia fino a 8.000 euro
( minimo detrazione 690,00 ( contratti T.I. e 1380,00 contratti T.D. al massimo 1880,00 euro)
     *  seconda fascia  tra 8.000 e 28.000 euro
(minimo 978,00 euro aumentata dal seguente calcolo [902 x (28.000 – importo Reddito Complessivo):20.000]
     *  terza fascia tra 28.000 e 55.000 euro
(minimi 978,00 euro aumentata del seguente calcolo [(55.000 – Importo Reddito Complessivo): 27.000]

Detrazioni per familiari a carico ( per essere a carico non devono superare il limite dei 2840,51 euro l’anno) .

   * coniuge a carico ( non legalmente ed effettivamente separato) 
( reddito complessivo non supera i 15.000 euro  si ha diritto detrazione di 800 – [110 x ( Reddito Complessivo/15.000)]
( reddito complessivo tra i 15.001 e 40.000 euro si ha diritto detrazione in misura fissa di 690 euro + incrementi previsti per alcune fasce di reddito :tra 29.001 – 29.200 incremento di  10 euro; tra 29.201-34.700 incremento di 20 euro; tra 34.701 -35.000 incremento di 30 euro; tra 35.001-35.100 incremento di 20 euro; tra 35.101-35.200 incremento di 10 euro)
( reddito complessivo tra i 40.001-80.000 euro si ha diritto detrazioni di 690 x [(80.000 -Reddito Complessivo)/40.000]

  *  figli a carico ( naturali, riconosciuti o adottivi o affidati o affiliati)
 950 euro per ciascun figlio
1220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni
detrazione aumentata di 400 euro per ogni figlio portatore di handicap e di 200 euro per ciascun figlio se più di 3 a carico

  * altri familiari a carico (coniuge legalmente ed effettivamente separato, discendenti dei figli, genitori, generi e nuore, suocero e suocera, fratelli e sorelle, nonni e nonne)
 detrazione teorica 750 euro  x [(80.000 – Reddito Complessivo)/80.000]